Camelot Club Prog

Webshop di PROG ROCK. Sul nostro sito trovate tutto il PROG italiano e internazionale vecchio e nuovo: CD, DVD, libri, fanzines, LP…

Archive for the tag “the watch”

Prog newsletter 17.2.14: Veruno 2013 DVD, The Watch …

Ed eccovi tante altre novità disponibili ora sul Camelot Club Prog!!!

Factor Burzaco – 3
CD, euro 15

Nuova uscita del terzo album della straordinaria band argentina Factor Burzaco!

Questo terzo episodio richiama maggiormente il loro album di debutto (Factor Burzaco) piuttosto che il successivo Factor Burzaco II e segna un ulteriore passo avanti nella loro proposta rock di avanguardia, sulla scia di band come Thinking Plague, Henry Cow e la musica classica contemporanea.

E’ una sorta di viaggio onirico in cui ardite soluzioni musicali ed emozioni si incontrano.

L’estensione vocale e l’interpretazione di Carolina Restuccia è come al solito sorprendente: intrigante, misteriosa, oscura e luminosa allo stesso tempo.

I fan del RIO e di un certo progressive-rock non convenzionale potranno senz’altro goderne! Da non perdere!

ExKGB – False Hope Corporation
CD
euro 15
Gli ExKGB presentano False Hope Corporation, il loro secondo album. False Hope Corporation è il sequel del debutto I Putin, apprezzato dalla stampa specializzata (XL, Mucchio, Rockerilla, Onda Rock etc.) e dal pubblico che ha assistito al fortunato tour in giro per l’Italia del travolgente trio veneto. Realizzato con l’autorevole produttore californiano Ronan Chris Murphy, impreziosito dalla copertina del fumettista Hurricane Ivan, False Hope Corporation è un disco sfrontato, carismatico e sorprendente, che coniuga tradizione rock e ricerca sonora, impatto, sensualità e avanguardia. Per questo nuovo lavoro il trio parla di “avant-punk”, etichetta che sintetizza la fusione tra funk, post-punk e groovy rock, con la tipicità del Chapman Stick. I dieci nuovi brani sono confluiti in due lunghe tracce: “La divisione in lato A e lato B, come se fosse un vinile, è stata un’idea di Ronan. Noi l’abbiamo sposata con entusiasmo per contrapporci alla moda del comprare in internet una singola traccia. Ognuna delle dieci canzoni si completa con le altre creando un disco speciale che non è un concept album: pensiamo che sia veramente un disco di grande impatto e vogliamo che l’ascoltatore ne venga sommerso senza interruzioni”. Come da manuale per gli album targati Prosdocimi, la registrazione è rigorosamente analogica (nastro ATR Master Tape da 2″ e 1/4″) ma accanto alle abitudini rock di un tempo non mancano momenti di sperimentazione: “Sin dall’inizio abbiamo deciso di realizzare un album che, pur mantenendo un radicamento nelle origini proprie ai musicisti, fosse costantemente alla ricerca di spazi sonori e musicali al di fuori di queste. Così nell’album, accanto al suono di vecchi calieri di rame e damigiane, abbiamo registrato anche il glorioso ruggito del V8 di un Land Rover Defender!”. Suono  “polveroso” e trovate originali, ma anche un’attenzione speciale ai contenuti, a cominciare dal titolo che rimanda a una “corporazione di false speranze” che alimenta le illusioni e perpetua l’ignoranza. “Se con I Putin e le sue rivelazioni eravamo “ex spie”, con False Hope Corporation siamo estremamente incazzati e vogliamo denunciare in maniera forte il marcio ci circonda. Sappiamo di essere scomodi e ci piace, non abbiamo peli sulla lingua e non abbiamo interesse a moderarci; che si aprano le orecchie e che gli impianti stereo suonino forte fino a notte inoltrata!”.
IL ROVESCIO DELLA MEDAGLIA – Live in Tokyo
CD, euro 13,50
Il Rovescio della Medaglia si forma negli anni ’70 e in questo periodo pubblica alcuni album, tra cui il terzo e il più noto Contaminazione; gli arrangiamenti di questo album furono ad opera del M° Luis Enriquez Bacalov. Il lavoro fa riferimento al genere prog rock sinfonico e poche volte è stato eseguito dal vivo e mai con orchestra (se non in playback), poiché la band rimase attiva solo fino al 1976.

Il Rovescio ritorna nel 2011 e successivamente nel 2013, a quarant’anni dall’uscita di Contaminazione, la band si presenta con una nuova formazione composta da Enzo Vita (uno degli storici componenti), Daniele Pomo, Massimo Pomo, Maurizio Meo, Riccardo Romano (ovvero Le RanestRane già autori del bellissimo album A Space Odyssey Part. 1 – Monolith) e partecipa all’Italian Progressive Rock Festival di Tokyo. In questa occasione viene registrato il cd Live in Tokyo e Contaminazione, riproposto con alcune piccole varianti che rendono il lavoro più moderno e attuale, viene eseguito finalmente dal vivo e con orchestra. Live in Tokyo è l’album del ritorno sulle scene della prog band romana che ora è pronta a far rivivere agli appassionati del genere le sonorità tipiche che l’hanno resa famosa.

THE WATCH  – Tracks from the Alps
CD digipack, euro 12,50
The Watch è un quintetto nato nel 2001. La loro musica si ispira al classico stile anni 70 progressive-rock. Melodie ed energia sono le caratteristiche principali della musica dei The Watch. Il loro nuovo album “Sentieri delle Alpi” è il sesto album in studio della band, e sicuramente uno dei loro migliori. Le atmosfere musicali contenute nell’album sono cangianti passando da rock molto potenti a più tranquille progressioni e le sezioni più acustiche sono eseguite alla chitarra a 12 corde accompagnata da  pianoforti elettrici. Per registrare l’album la band ha utilizzato solo strumenti originali degli anni ’70, come mellotron, organo hammond, sintetizzatori moog, pianoforti elettrici Hohner (lo stesso utilizzato dai Beatles), chitarre a doppio manico e chitarre a 12 corde elettriche e acustiche. Gli accordi sono ricchi e le melodie sono sempre da scoprire, e tutto concorre a mantenere alta la tensione durante l’ascolto di questo album. I testi parlano delle Alpi, un luogo che è stato molto importante per alcuni membri della band. Dal 2008 i The Watch sono in tour regolarmente in tutta Europa, Regno Unito, Stati Uniti e Canada portando sul palco la musica dei Genesis degli anni 70 eseguendo però anche alcuni brani originali della band. Un CD da non perdere per tutti gli amanti del più schietto Genesis-sound!

VERUNO PROG FESTIVAL – The Best of 2 Days Prog 2013 (Neil Morse, Galahad, Haken, Three Friends, Moon Safari, Curved Air, ecc.)

2Dvd € 16,00

Puntualmente , come ogni anno, si ripresenta il doppio Dvd che ci racconta le imperdibili performance degli artisti ospiti al Mega Festival di Veruno. Anche quest’anoo la simpatica cittadina novarese ha fornito ospiti illustri che hanno fatto battere di gioia i nostri cuori. Così in questo doppio dvd potremo vedere le incredibili esibizioni di Neal Morse, dei Galahad,  degli incredibili Three Friends (forse per la prima volta in Dvd), Haken, Elora, Moon safari, Curved Air e Alan Sorrenti. Quasi 4 ore imperdibili che ci fanno sperare per un altra imperdibile edizione nel 2014.

QIRSH – Sola Andata
CD € 15,00

Per il ventennale della band ligure dei QIRSH non poteva esserci migliore suggello e occasione di un nuovissimo disco.
“Sola andata” fotografa splendidamente (non solo nell’elegante digipack con suggestive escursioni fotografiche) il viaggio di questo sestetto di Savona. Un lungo viaggio ricco di immagini e suggestioni, che spicca il volo da piccole trame provinciali verso orizzonti aperti, diversi tra loro: dalle lande glaciali descritte in “Artico” a immagini nord-africane di “Mercato di Ghardaia”, dal dramma del mostro di Rostov di “Figli del piccolo padre” all’incubo di “Rianimazione”, dalle sconfinate prospettive di mare di “Vento delle isole” al velo opprimente di “Nebbia”.
Una costante brezza immaginifica, ribadita anche dai tre rapenti brani strumentali “Mayflower”,  “5a.Finestrino” e “Malaria”. Altri viaggi nel grande viaggio dei Qirsh.
La musica dei QIRSH, caratterizzata dalle doppie tastiere, è un mix originale di progressive dai tratti atmosferico-sinfonici di un certo prog italiano degli anni 70, di echi psichedelici Pinkfloydiani, della new-wave più elegante e visionaria, di folate space-prog che possono rammentare a tratti i tedeschi Eloy.
Il tutto contraddistinto da una poetica e melodie vicine al Battiato più surreale, storico-citazionista degli anni 80.

Copyright © 2014 Camelot Club Prog, All rights reserved.

Advertisements

VERONA PROG FESTIVAL 2013, 9-10-11 maggio

VERONA PROG FESTIVAL

VERONA PROG FESTIVAl: CLASSIC EMERSON LAKE & PALMER TRIBUTE- TRILOGY TOUR-: Evento musica progressiva il 09 Maggio 2013

VERONA PROG FESTIVAl: CLASSIC EMERSON LAKE & PALMER TRIBUTE- TRILOGY TOUR-

Fabio Mancini uno tra i più grandi e preparati tastieristi italiani già con The Watch e ELP tribute Project assieme al giovane e funambolico figlio d’arte Filippo Valnegri anche lui ex ELP tribute project hanno voluto riproporre i classici di ELP con Guglielmo Mariotti membro di The Watch, nella difficile e intrigante parte di Lake, in questo nuovo progetto chiamato CLASSIC E.L.&P. Tribute. per gli amanti del prog quello vero, quello che ha le sue radici nella musica classica un’appuntamento da non perdere.

THE WATCH- Verona Prog Festival-: Evento musica progressiva il 09 Maggio 2013

THE WATCH- Verona Prog Festival-

Per la prima volta in assoluto il gruppo prog The Watch in veste The Watch e non tribute band dei Genesis. Dopo aver ricevuto molte richieste in merito, vista la cornice del prestigioso festival prog di Verona i The Watch si presentano per la prima volta al pubblico per un concerto antologico di tutta la loro produzione.
L’apertura è affidata ad un’altra band, amici, componenti ed ex The Watch: Classic Emerson Lake & Palmer Tribute per la rivisitazione di Trylogy nel quarantesimo dalla pubblicazione.

VERONA PROG FEST: GREENWALL’S DARK SIDE + ASTRALIA: Evento musica progressiva il 10 Maggio 2013

VERONA PROG FEST: GREENWALL'S DARK SIDE + ASTRALIA
La quarta serata del Verona Prog Festival per la prima volta nella sua storia porterà sul palco lo spettacolo “Greenwall’s Dark Side” che prevede l’esecuzione integrale del capolavoro dei Pink Floyd THE DARK SIDE OF THE MOON, di cui ricorre il quarantennale della pubblicazione, in una nuova versione proposta dal gruppo Greenwall, che si esibisce insieme a un corpo di ballo di 7 elementi in uno spettacolo che unisce, oltre al concerto, la danza e il teatro.
In apertura l’affermata band Astralia.

Video: Astralia “After The Hypnosis” live from WeLoveVintage 2012  
————————–
Il progetto “Greenwall’s Dark Side”
È una iniziativa che vede il gruppo Greenwall
Confrontarsi con uno spettacolo misto di musica/danza/teatro pensato in due tempi.

TEMPO 1
“The Dark Side of the Moon” (Pink Floyd)
Nel primo tempo una versione riarrangiata del classico floydiano illustrerà una sceneggiatura di senso compiuto e lineare, consolidando l’idea di concept già presente nella stesura del disco originale.
In particolare, l’idea del disco (l’alienazione umana) viene proposta narrando la storia di una giovane coppia che si sveglia, va al lavoro (“Time”), e viene accompagnata nella sua giornata da un angelo nero (la morte) e un angelo bianco (la vita).
Ci sono poi dei “quadri”, degli inserti a trattare temi specifici, così come previsto nel disco originale: il rapporto con il denaro (“Money”), l’assurdità della guerra (“Us and Them”), la morte (“The Great Gig in the Sky”). Alla fine, uno dei protagonisti impazzisce.
Lo spettacolo rimane aperto con una domanda: ci sarà sempre una parte oscura (della luna) soppiantare I nostri desideri, le nostre aspirazioni, le nostre tensioni positive?
Particolare singolare: all’interno dell’esecuzione di Dark Side viene recuperato un brano, “Mudmen”, originariamente incluso in “Obscured by Clouds”, album precedente a DSOTM, che i Pink Floyd hanno raramente eseguito dal vivo.

TEMPO 2
“Il Petalo del Fiore” (Greenwall)
Nella seconda parte gli spunti trattati con Dark Side vengono riproposti ed ampliati con la suite originale in sei parti “Il Petalo del Fiore”.
La suite, composta alla fine degli anni ’80 e pubblicata nel 1999 nel primo disco di Greenwall, è stata integralmente rivista e ampliata (nel 1999 venne di fatto pubblicato il demo).
L’esecuzione si avvale delle coreografie dal vivo di Alessandra Grasso, basate sul soggetto di Andrea Pavoni.
“Il Petalo del Fiore” è un viaggio nell’animo umano, seguiamo infatti il protagonista nella sua esperienza interiore che lo porterà dapprima a negare il mondo e il messaggio della vita e
dell’amore, e successivamente -in seguito a un incontro con una entità spirituale (un Angelo)- ad accettare questo messaggio, racchiuso nel piccolo e nel minimo, nel “Petalo” del Fiore, appunto.
Le prime due parti della suite faranno parte del prossimo CD del gruppo, il quarto in studio, previsto in pubblicazione a settembre 2013.

http://www.greenwall.it
http://www.facebook.com/greenwallsdarkside

ALDO TAGLIAPIETRA BAND feat. ANDREA BASSATO + LA MASCHERA DI CERA- VERONA PROG FEST: Evento musica progressiva il 11 Maggio 2013

ALDO TAGLIAPIETRA BAND feat. ANDREA BASSATO + LA MASCHERA DI CERA- VERONA PROG FEST

E’ quasi inutile presentare Aldo Tagliapietra, una vera pietra miliare della musica progressiva, non solo italiana ma mondiale. Una seconda giovinezza quella che sta vivendo Aldo con la sua nuova band, nuovi stimoli, nuove sensazioni che sono sfociate nel bellissimo lavoro uscito lo scorso anno Nella Pietra e Nel Vento. per l’occasione del 40° anniversario dell’ opera Felona e Sorona, Aldo sarà accompagnato sul palco, oltre che dai preparatissimi Smaniotto, De Nardi, Pasqualetto e Ballarin, anche dal maestro Andrea Bassato al violino.
un concerto sicuramente da non perdere.
Per l’occasione abbiamo chiamato ad aprire una band emergente del prog italiano La Maschera Di Cera che hanno dato alle stampe proprio quest’anno un lavoro che vuole essere la prosecuzione di Felona e Sorona: Le Porte Del Domani. L’album sarà presentato per intero all’inizio della serata come omaggio al capolavoro delle ORME: FELONA E SORONA.

E’ uscito MAT2020 di marzo

E’ uscito MAT2020 di marzo.

Riportiamo dalla pagina dell’associazione musicale MusicArTeam:
Cara/o abbonata/o,
a nome della Redazione sono lieto di annunciare l’uscita del numero di marzo 2013 di MAT2020, disponibile da oggi su www.mat2020.com insieme a tutti gli arretrati.
Non posso descriverTi lo sforzo che stiamo compiendo per conservare, come promesso, la possibilità di accesso gratuito alla nostra rivista.
Importanti sponsor nazionali sono pronti a intervenire, ma abbiamo bisogno del Tuo aiuto! Esiste, infatti, una condizione posta da queste importanti aziende: dobbiamo raggiungere quota 10’000 abbonati su tutto il territorio nazionale.
E’ per questo che mi rivolgo a Te, proprio a Te che sei uno degli attuali 1’700 estimatori del nostro lavoro: aiutaci a pubblicizzare MAT2020!!!
Noi abbiamo come ‘mission’ quella di continuare a offrire gratuitamente la nostra rivista. Aiutaci a realizzare questa chiara e semplice iniziativa culturale. Non ti costa nulla!!!
Conto su di Te!!!

Post Navigation