Camelot Club Prog

Webshop di PROG ROCK. Sul nostro sito trovate tutto il PROG italiano e internazionale vecchio e nuovo: CD, DVD, libri, fanzines, LP…

Archive for the category “Uscite discografiche”

IL BALLETTO DI BRONZO – Cuma 2016 DC

cfb8387a-9abd-4a43-a19b-b4701b1e4fa4.jpg

catalogo: NMNL03/16LP
prezzo CD € 13.50
LP+CD €18.00

CUMA 2016 d.C. non ha il sapore di una semplice e ormai sempre più comune operazione di revival in cui la nostalgia detta le regole dell’ascolto. CUMA 2016 d.C. è un progetto figlio dell’amore e della passione per la musica rock di Lino Ajello e Marco Cecioni (ex Balletto di Bronzo) con special guest Gianni Leone leader ed erede de Il Balleto di Bronzo nato due anni fa che rimette in gioco metà della prima formazione di questa band che nel 1970 pubblicò l’album Sirio 2222 (RCA) ponte di dialogo tra il rock degli anni ’60 e le nuove sonorità progressive di matrice pinkfloydiane. In questo nuovo lavoro discografico ritroviamo il cantante Marco Cecioni, che dopo una lunga esperienza artistica come pittore grafico e scultore maturata in Svezia si è rimesso in gioco scrivendo la maggior parte della musica e dei testi delle nuove canzoni, eccezion fatta per il brano “Ordine Disordine” composto con il bassista Alessandro Stellano e con il chitarrista Lino Ajello. Quest’ultimo, dopo l’esperienza prog con Gianni Leone con l’album “YS” (Polydor 1972) del Balletto di Bronzo, ritornato in Italia, ha riacceso il suo amplificatore e imbracciato la chitarra. Ad Alessandro Stellano si devono anche tutti gli arrangiamenti del disco compreso una new version di “Neve Calda” in cui spicca la presenza del tastierista e compositore Gianni Leone (al secolo LeoNero). Con i tre componenti storici Cecioni, Ajello e guest Leone (che ritroviamo anche nel brano “Ordine e Disordine”) in CUMA 2016 d.C. hanno suonato con energia, professionalità e personalità: Francesco del Prete (figlio di Franco del Prete, Showmen, Napoli Centrale, Sud Express) e Alfonso Mocerino alla batteria, Alessandro Crescenzo e Tony Guido alle tastiere. «La passione è l’ossigeno dell’anima» ha più volte affermato il noto direttore della fotografia Bill Butler e in questo album essa trasuda da ogni “solco”, da ogni traccia, da ogni nota. CUMA 2016 d.C. è un disco sincero, un atto d’amore nei confronti del mondo delle “7 note”, quello dove dimorano chitarre distorte, sezioni ritmiche potenti, tastiere di grande impatto e tanta energia. ”

Tracklist

1 DA SOLI
2 PIRATI
3 FIGLIO DEI FIORI
4 NEVE CALDA new version
5 BIVIO ACIDO
6 UN MONDO DA SALVARE
7 VORREI ESSERE UN DEEJAY (EIVISSA)
8 UNA META
9 BIG MAMA
10 ORDINE DISORDINE

“Dunque, da una parte ci siamo noi, il Balletto di Bronzo, il gruppo storico del progressive italiano che io, Gianni Leone, riformai nel 1995 e che da allora ha realizzato dischi, dvd e tanti concerti in Italia e all’estero; dall’altra c’è “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni”, gruppo nato recentemente attorno al progetto del cd “CUMA 2016 DC”, composto dai due membri storici del Balletto Lino Ajello e Marco Cecioni e da giovani musicisti napoletani. Lino e Marco mi hanno chiesto di suonare e cantare come ospite in un paio di brani di questo loro cd – attualmente in uscita sul mercato – ed io l’ho fatto con piacere. In realtà, “CUMA 2016 DC” doveva essere il nome di questa loro nuova formazione. Perché questa situazione “bizzarra”? Perché siamo amici e pensiamo che, così come per decenni hanno tranquillamente convissuto sugli scaffali dei negozi di dischi e nelle case dei nostri estimatori i due album “Sirio 2222” – della prima formazione – e “Ys” – della seconda (quella di cui ho fatto parte) – vogliamo essere pionieri anche in questo: pensiamo che sia possibile la convivenza di due gruppi dal nome molto simile (per mia gentile e amichevole concessione) ma con generi molto diversi, composti da membri storici delle due formazioni originali. Utopia? Illusione? Vedremo.
Sì, riconosco che non è affato semplice cogliere di primo acchito le differenze fra “Il Balletto di Bronzo” e “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni” se ci si ferma a un semplice articoletto o recensione di poche righe, ecco il perché di questa precisazione “ufficiale”. Nella storia della musica mai prima d’ora si era venuta a creare una situazione simile (due gruppi attivi nello stesso momento, con nome simile e generi diversissimi), ma, come ho già detto prima, ci piace sperimentare situazioni nuove. Il tutto, evitando di coivolgere…
gli avvocati, quindi senza parcelle da pagare a nessuno!
Tutto è chiaro, adesso? Spero di sì.

Un saluto a tutti gli amici della musica!
Gianni Leone e il Balletto di Bronzo”

Advertisements

NOVITA’ E CATALOGO IN ARRIVO DAGLI USA

3RDEGREE ONES & ZEROS: VOLUME 1 (DIGISLEEVE)
ABIGAIL’S GHOST D_LETION (DIGIPACK)
ABIGAIL’S GHOST SELLING INSINCERITY (DIGIPACK)
ADVENT CANTUS FIRMUS
ADVENT SILENT SENTINEL (DIGIPACK)
AFTER THE FALL BEFORE…
AFTER THE FALL IN A SAFE PLACE
ALIAS EYE A DIFFERENT POINT OF VIEW
ANABASIS, THE BACK FROM BEING GONE
AT WAR WITH SELF A FAMILIAR PATH
AT WAR WITH SELF ACTS OF GOD
BEHIND THE CURTAIN TILL BIRTH DO US PART
BERNARD, ED POLYDACTYL (DIGIPACK)
CANNATA MY BACK PAGES (DIGIPACK)
CANNATA MYSTERIUM MAGNUM (DIGIPACK)
CAST ARSIS (DIGIPACK)
CAST ART (DIGIPACK)
CAST VIDA (DIGIPACK)
CATHEDRAL STAINED GLASS STORIES
CHAOS CODE III PROPOGANDA
DAYS BETWEEN STATIONS IN EXTREMIS (DIGIPACK)
DAYS BETWEEN STATIONS SAME (DIGIPACK)
DISCIPLINE PUSH & PROFIT
DISCIPLINE THIS ONE’S FOR ENGLAND (2 CD) (DIGISLEEVE)
DISCIPLINE TO SHATTER ALL ACCORD (DIGIPACK)
DISCIPLINE UNFOLDED LIKE STAIRCASE
DJAM KARET NO COMMERCIAL POTENTIAL (2 CD)
DJAM KARET REGENERATOR 3017 (DIGIPACK)
DJAM KARET SWAMP OF DREAMS (DIGIPACK)
DJAM KARET THE HEAVY SOUL SESSIONS (DIGIPACK)
DJAM KARET THE RITUAL CONTINUES
DJAM KARET THE TRIP (DIGIPACK)
ECHOLYN AS THE WORLD (CD + DVD) (DIGIPACK)
ECHOLYN COWBOY POEMS FREE (DIGIPACK)
ECHOLYN I HEARD YOU LISTENING (DIGIPACK)
ECHOLYN MEI (DIGIPACK)
ECHOLYN SAME (2 CD) (DIGIPACK)
ECHOLYN THE END IS BEAUTIFUL (DIGIPACK)
ECHOLYN WHEN THE SWEET TURNS SOUR
EDISON’S CHILDREN SOMEWHERE BETWEEN HERE AND THERE (DIGISLEEVE)
EDISON’S CHILDREN THE FINAL BREATH BEFORE NOVEMBER (DIGISLEEVE)
ELEPHANTS OF SCOTLAND EXECUTE AND BREATHE (DIGIPACK)
ELEPHANTS OF SCOTLAND FAR AWAY FROM HOME (DIGIPACK)
FRENCH TV I FORGIVE YOU FOR ALL MY UNHAPPINESS
FRENCH TV INTESTINAL FORTITUDE
FRENCH TV PARDON OUR FRENCH!
FRENCH TV SAME
FRENCH TV THIS IS WHAT WE DO
GIANNOTTI THE GREAT UNKNOWN (DIGIPACK)
GLASS HAMMER CHRONOMOTREE
GLASS HAMMER DOUBLE LIVE – DELUXE EDITION (2 CD + DVD)
GLASS HAMMER ONE (CD-R)
GLASS HAMMER PERELANDRA
GLASS HAMMER THE BREAKING OF THE WORLD
HANDS CAVIAR BOBSLED (DIGIPACK)
KALABAN DON’T PANIC
KARCIUS EPISODES
KARCIUS THE FIRST DAY (DIGIPACK)
KINGCROW IN CRESCENDO
KOPECKY BLOOD
KOPECKY ORION
MAJESTIC V.O.Z. (2CD)
MORSE PORTNOY GEORGE COVER2COVER
MORSE, NEAL SAME
MORSE, NEAL SECRET PLACE: WORSHIP SESSIONS VOLUME 3
MORSE, NEAL SEND THE FIRE: WORSHIP SESSIONS VOLUME 2
MORSE, NEAL SO MANY ROADS (3 CD) (DIGIPACK)
MYSTERY BENEATH THE VEIL OF WINTER’S FACE (DIGIPACK)
MYSTERY DESTINY?
MYSTERY ONE AMONG THE LIVING (DIGIPACK)
OBLIVION SUN SAME
PARMENTER, MATTHEW ASTRAY
PARMENTER, MATTHEW HORROR EXPRESS
PERFECT BEINGS II (DIGIPACK)
PERFECT BEINGS SAME (DIGIPACK)
PRESTO BALLET LOVE WHAT YOU’VE DONE WITH THE PLACE (DIGIPACK)
SHADOW CIRCUS ON A DARK AND STORMY NIGHT
SPACED OUT EPONYMOUS
SPACED OUT EPONYMOUS II
ST. ELMO’S FIRE SPLITTING IONS IN THE ETHER
TEA CLUB, THE QUICKLY QUICKLY QUICKLY (DIGIPACK)
TEA CLUB, THE RABBIT (DIGIPACK)
THEO THE GAME OF OUROBOROS
UNWRITTEN PAGES PT. 1: NOAH (2 CD)
WINTER TREE, THE EARTH BELOW (DIGIPACK)

PROSSIMO FESTIVAL PROGRESSIVO

5da831a7-cd08-4145-984a-4616c7aa3fc3.jpg

SAREMO PRESENTI CON IL NOSTRO STAND

FIERA DEL DISCO DI VERONA

13 MARZO 2016

KERYGMATIC PROJECT – NOW AND AGAIN

cd digipack

fb0d3183-75c4-45c6-a62f-16974280c946.png

N. catalogo: MRC052
prezzo €15.00

I Kerygmatic Project nascono nel 1998 da un’idea di Samuele Tadini, Danilo Nobili e Marco Campagnolo, con la finalità di comporre brani originali che recuperassero nello stile e nella realizzazione la grande tradizione del progressive rock britannico degli anni settanta e ottanta, tradizione rinnovata secondo una nuova chiave di lettura in grado di abbracciare anche differenti stili, tanto da costituire un sound originale e ben riconoscibile.
Le composizioni dei Kerygmatic Project risentono, infatti, dei vari contributi ricavati dal rock, dal pop, dal jazz, dalla fusion e dalla musica classica, proponendo composizioni che, di fatto, difficilmente potrebbero essere categorizzate in un genere ben preciso e che sono il frutto di una ben definita filosofia. Secondo una definizione che sembra appropriata, i Kerygmatic Project possono essere considerati come l’espressione più fresca del prog & pop, termine coniato dal gruppo, in quanto sono tra i pochi ad aver posto in una coesione non stucchevole, ma ben equilibrata, ciò che di gradevole e non banale deriva della musica pop con l’art-rock derivato dalla tradizione del progressive.
La scelta di organizzarsi in trio, dando molta parte alle tastiere, non è solo un elemento che può ricordare gli Emerson, Lake & Palmer, ma anche l’espressione più tipica di chi vuol fare con l’essenziale qualcosa che lo trascenda. Alcuni fra gli estimatori del gruppo, lo definiscono un trio alla Emerson, Lake & Palmer, con sonorità e carattere alla Genesis dell’epoca Collins, ma con un’originalità tutta propria.

ALEX CARPANI – “So Close. So Far”

cd digipack

1a26a2d2-eb51-4223-9bbd-208b6d5bf79e

N. catalogo: MRC060 prezzo € 15.00

So Close. So Far. significa semplicemente così vicino, così lontano.
Questo è un album sull’incomunicabilità, che parla di come, a volte, sia impossibile comunicare nonostante la vicinanza, nonostante la tecnologia.
Le cose (e le persone) possono sembrare vicine, mentre invece sono lontane e non è solo una questione di distanza, ma di percezione, di punti d’osservazione, di relatività. Due pesci rossi in due acquari vicini si osservano, si avvicinano, sembrano sfiorarsi, ma non potranno mai toccarsi perché sono in due ‘mondi’ separati.
Questo è inequivocabilmente un disco rock e forse non sono necessari altri aggettivi. E’ un disco dei giorni nostri, con un sound moderno e potente dal sapore internazionale, sia perché è cantato in inglese, sia perché musicalmente è concepito guardando al mondo, al cosmopolitismo, usando un linguaggio universale sotto tutti i punti di vista.
Rispetto ai tre album precedenti, Carpani compie una virata di 180 gradi, dirigendo la prua verso il futuro, con decisione e consapevolezza, senza paura di lasciare le terre conosciute per affrontare l’ignoto. La musica e lo stile sono stati asciugati di ogni tecnicismo e virtuosismo tipici di quel progressive rock nel quale l’autore si è cimentato negli ultimi anni.
Potremmo definire questa musica ‘conceptual rock’, ma si tratta innanzitutto di uno stile molto personale e originale, dove alle atmosfere descrittive e suggestive si alternano vere tempeste ritmiche, con muri di chitarre e voci vibranti e potenti.
In SC.SF. c’è la volontà di comunicare, prima di tutto e di essere diretti, scegliendo la via più semplice e immediata. E’ un album che ti colpisce con decisione e, a tratti, anche con violenza, senza paura di fare male, perché il viaggio sarà comunque sicuro, affidato a navigatori esperti che sanno come far provare le emozioni più disparate, senza perdere la bussola.

TRACK LIST

01 The Eve (instrumental) 02.26
02 I Tried And Tried 05.36
03 Man On The Wire 05.56
04 Stay With Me 04.03
05 In Your Absence 03.39
06 Let My Drop Of Sweat Fall Down 04.25
07 Crystal Falls 06.08
08 One Face One Lie 06.19
09 Next Time 05.36
10 The Last Sign 06.27

Flyte Reaction– Magnetophon Distances

CD limited hand numbered edition

658d4ec0-6a0f-4a64-9fec-3fceff1d4c88

Cat. UF001 – Barcode 8019991879528
Prezzo € 15.00

Oggi Flyte Reaction torna sulle scene con quello che probabilmente è il suo frutto più maturo, certamente il suo album migliore e più equilibrato. Ricco di influenze da Syd Barrett agli XTC più psichedelici, irrorato dal polline dei Beatles di Revolver e Sgt. Pepper, delle produzioni di Joe Boyd giù all’UFO Club, pagando anche un profondo rispetto al padre di molte delle correnti sottomarine che hanno colorato di genio le isole britanniche dopo i Fab Four, l’amatissimo e rimpianto Daevid Allen dei cui Gong e Soft Machine qui si possono sentire i sentori di rare spezie. Un album fresco, divertente, singolarmente intelligente e profondo; un grande ritorno che segnerà un capitolo indimenticabile nella storia del rock inglese.

Titoli già pubblicati della stessa collana:
LINO CAPRA VACCINA – Arcaico armonioso
PAOLO TOFANI – Real essence
JOHN GREAVES – Piacenza live
KEITH TIPPETT – Musician solo IV – Live in Piacenza

SILVER KEY – The Screams Empire CD Digipack

silverkey

CAT. MRC051 – barcode 8019991879399 – Prezzo € 15.00

Ed ecco, finalmente, il secondo lavoro dei Silver Key, che dopo il notevole successo del loro primo album “In the Land of Dreams”, ispirato ai lavori di autori come Lovecraft e Chambers, ad un “horror-fantasy” sui racconti delle Terre dei Sogni, e dopo molte esibizioni live pubblicano questo “The Screams Empire”. Questo secondo album, pur rimanendo nei canoni del “neo-prog”, è più sperimentale. Il cambio di lineup che ha portato Ivano Tognetti al basso al posto di Alberto Grassi e Roberto Buchicchio alla chitarra al posto di Carlo Monti ha inevitabilmente cambiato un po’ le influenze e il sound della band. Questo nuovo lavoro, quindi, ha influenze che vanno dal prog classico al pop-rock dall’hard-rock al jazz, dal metal alle tipiche “ballad” più orecchiabili. Per quanto riguarda l’aspetto tematico in The Screams Empire i riferimenti sono a Philip K. Dick, a Isaac Asimov, alle grandi saghe distopiche e post-apocalittiche, da 1984 al film di Lucas THX 1138 o a Fahrenheit 451. La storia della suite è quella di rettili alieni che invadono la Terra con la complicità della razza umana . In questo nuovo impero chi urla più forte ha ragione e ha più seguaci e voti. Non importa quello che dici , fintanto che è assordante e ripetuto ovunque.

Tracks List:
1) Screams Behind the Whispers
2) Stargazing
3) A.S.I. (The Singularity)
4) Event Horizon
5) The Screams Empire (suite) – i. Random Frequencies
6) ii. The Arrival
7) iii. A Quest in Time
8) iv. Resistance
9) Adrift

Gruppo
Yuri Abietti – Vocals, acoustic guitar
Roberto Buchicchio – Lead and acoustic guitar
Ivano Tognetti – Bass guitar
Davide Manara – Keyboards, synths, samples
Viviano Crimella – Drums, percussions

Metadrive – Over Reality Cd Digipack

metadrive

Cat. MRC054 – Barcode 8019991879764
Prezzo € 15.00

Membri:
Luca Adami .lead vocals .keys
Silvio Rondelli .keys .backing vocals
Davide Rondelli .drums .programmings

Primo album per questa band elettronica italiana formatasi tra Mantova e Verona nel 2014 che abbandona gli schemi classici e ci porta in una nuova dimensione musicale: suoni siderali, progressioni spazio temporali, magia, visioni di infinito e di bellezza. Formazione a trio stranissima con doppia tastiera e batteria ci propone un genere che la avvicina alla musica elettronica anni ottanta ma con un piede nel synth-wave, allo space ed alternative rock in lingua inglese. Strumenti analogici e digitali come sezioni distinte in un unico cuore pulsante.
Il loro suono innovativo nell’album di debutto “Over Reality” è un viaggio tra luci e ombre, dove la natura umana si evolve, muta forma, si nasconde, scappa, combatte e ritorna a splendere. Uno splendido racconto in musica.

Track/chapter list:
1. Overture & The Prophecy
2. Moon vision
3. Run
4. Liar
5. Digital Captivity
6. Cyborg Surgery
7. NDE
8. Cold Resurrection
9. Cruel Thing
10. Metadrive
11. Lullaby Of Memories
12. Mankind Theme
13. End Titles

YouTube Video: https://www.youtube.com/watch?v=VN5dTzx1J2A

FUNGUS – Stati Uniti del Nulla CD Digipack

fungus
Cat. MRO006

Prezzo € 15.00

I Fungus nascono nel 1997 a Pavia, l’ispirazione di matrice progressive rock e le varie influenze musicali provengono da gruppi come Primus, Rush, Uzeb, King Crimson per dar vita a un genere inedito della band di matrice progressive rock con influenze psichedeliche. Tra i brani vi sono momenti di pura follia compositiva e storie surreali narrate e musicate in maniera originale ma comunicativa. Nel disco ci sono momenti di forte atmosfera caratterizzata da sonorità poco comuni e momenti di sana e forte pressione sonora.
Ascoltare per credere…

http://ifungus.bandcamp.com/releases

Tracklist
1. Professor Molluschio 05:27
2. La tua mente mente 04:12
3. Se non mi vedi non esisto 03:53
4. Il Mimo 05:35
5. Esagono 05:34
6. Stati Uniti del Nulla 07:41

Marchesi Scamora – Hypnophonia

Copertina Marchesi ScamorzaA tre anni dal debutto con “La sposa del tempo”, i Marchesi Scamorza ritornano con il loro secondo album intitolato “Hypnophonia”. La band ferrarese presenta un disco di prog fresco ispirato dalla grande musica dei gruppi storici del genere.  Hypnophonia e’ un disco  compatto arricchito da  sfumature ed atmosfere che rendono il lavoro molto dinamico. La tracklist e’ formata da cinque brani di cui due suite. Il disco e’ stato registrato in analogico da Mike 3rd al Prosdocimi studio e il master e’ stato curato da Ronan Chris Murphy ai  Veneto West di Los Angeles di Los Angeles.

Il disco verrà presentato live il 23 ottobre Release HYPNOPHONIA – Centro il Quadrifoglio, Pontelagoscuro (FE) ed il 30 ottobre – Patchanka, Pontelagoscuro (FE).  Seguirà una serie di concerti in Italia nei mesi di gennaio/marzo.

Marchesi Scamorza

Nel maggio 2009, nella campagna ferrarese, cinque ragazzi, Lorenzo Romani (chitarra elettrica), Alessandro Padovani (batteria), Paolo Brini (basso), Chiara Scaglianti (tastiere), Enrico Bernardini (voce e chitarra acustica), tutti provenienti da esperienze musicali completamente diverse, decidono di intraprendere un progetto particolare e unico per l’ambiente musicale ferrarese. Nascono così i Marchesi Scamorza progressive band.

Dopo un’estate passata tra cover e grandi classici,decidono di ricercare una propria identità musicale con la stesura del loro primo brano originale “L’Uomo Dall’Ombra Lunga”.

All’inizio dell’estate 2010 la tastierista Chiara lascia la band, facendo subentrare, a stagione concertistica iniziata,Enrico Cazzola, che fa immediatamente ingranare la quarta alla band; a settembre si contano tre brani originali, di un livello decisamente alto.

Nel febbraio 2012 iniziano le registrazioni di quello che sarà non un fine ma solo un altro inizio: l’album“La Sposa Del Tempo”.

Il lavoro è lungo, la musica evolve in modo repentino, come è tipico del genere, facendo impazzire tutti quelli che aiutano i Marchesi in questo pazzo quanto soddisfacente progetto.

I brani sono 8, più un Intro ideato per contestualizzare l’album.

L’estate continua a essere amica dei Marchesi, che trionfano nel concorso San Patrizio Rock, portando a casa il primo premio e il trofeo per l’originalità dei brani. Nel contesto ferrarese emergono discretamente, affermandosi a pieni voti tra le preferenze locali.

Dopo la pubblicazione del disco arrivano recensioni e commenti positivi dall’Italia e dall’estero nonostante sia solo il debutto.

Nell’ottobre 2012 in seguito alla pubblicazione fisica e web dell’album, iniziano le riprese del primo videoclip della band pensato per il brano finale “Autunno”.

I Marchesi iniziano un’avventura europea nel 2013 grazie alla Colossus Project e a Marco Bernar che contattano i ragazzi per la realizzazione di un singolo a tema Decameron di Boccaccio.

Il vero salto di qualità arriva a novembre 2014 con le registrazioni del secondo disco presso il Prosdocimi Studio di Mike3rd. Uscita prevista autunno 2015, distribuzione curata dalla Maracash Records.

Le sonorità sono più mature e il livello compositivo è decisamente più alto.

Dopo l’uscita della raccolta della Colossus Project vengono ricontattati nel 2015 per la chiusura del ciclo del Decameron e realizzano così un ultimo singolo per il progetto che segna un perfetto connubio tra musica e letteratura.


 

Per acquistare: MaRaCash – Marchesi Scamora – Hypnophonia

Newsletter Ottobre 2015

ASIA

Axis XXX Live in San Francisco MMXII cd+dvd €19,50

Ennesimo album live degli Asia, questa volta registrato il 7 novembre 2012 alla Regency Ballroom di San Francisco. Il cofanetto si compone di doppio cd e DVD . La band si esibisce nella sua line up originale composta da Geoff Downes, Steve Howe, Carl Palmer e John Wetton. La tracklist è composta da una selezione di brani presi dai primi due album come “ Only time will tell”, “ Wildest dream”, “Open your eyes” e l’intramontabile “Heat of the moment” insieme a canzoni tratte dal lavoro della reunion inclusi i singoli “XXX” e “Face on th bridge”. Le riprese in alta definizione ne fanno un album da collezione per i fedelissimi della band. Una delle tante collection degli Asia che fa seguito ad “High voltage” uscita lo scorso anno che farà felici i fans più accaniti, ma poco aggiunge alla carriera discografica della band.

NEAL MORSE

Morsefest 2014 (Cofanetto 6cd) €32,50

NEAL MORSE dopo aver registrato otto album in studio a suo nome, ecco un mastodontico album dal vivo registrato a Nashville nel 2014, durante due concerti realizzati con una band composta da Mike Portnoy (ex-Dream Theater, Transatlantic etc..) alla batteria, Randy George al basso, Eric Gillette alla chitarra, Bill Hubauer alle tastiere, un coro di 6 voci femminili ed un’ orchestra con violini, sezione fiati e percussioni ! Durante i concerti, che sono stati catturati per i posteri in un DIGIPAK con ben 4 CD e 2 DVD, la Neal Morse Band ha suonato i due album “Testimony” e “One” nella loro interezza, con aggiunta di alcuni brani degli SPOCK’S BEARD e TRANSATLANTIC come bis. Al concerto partecipano come ospiti Alan Morse (Spock’s Beard), Matt Smith (Theocracy), Kenny Barnd (Nashville Symphony), Rick Altizer, Wil Morse. Una bella testimonianza dal vivo per una grande personalità del PROG ROCK.

BLACKMORE’S NIGHT

All Our Yesterdays cd+dvd €19,50

Il chitarrista inglese torna in scena con il decimo album del progetto condiviso con la moglie Candice Night. Album dalla forte impronta acustica dove lo strumentale assume più rilevanza del cantato, la creatura del Sig. Blackmore inanella la consueta serie di brani bucolici e di folclore che prendono spunto dalla musica popolare d’epoca. Nemmeno questa volta mancano canzoni orecchiabili, danze medievali a base di percussioni, chitarra acustica e tamburello, piacevoli e intrattenitive quanto basta come il singolo omonimo, “Will O’ The Wisp” e la conclusiva “Coming Home”. Come dicevamo, per quanto la voce di Candice resti sempre su di un livello qualitativo inopinabile (davvero emozionante sulla rivisitazione di “Long Long Time” di Linda Rondstadt) gli strumenti hanno una grande importanza in questo disco, ritagliandosi ampie parti. I brani più interessanti del lotto sono la deliziosa danza celtica “Allan Yn N Fan” (omaggio alle radici di Ritchie), un pezzo solare costruito sui violini e sul tamburello e ancora “Darker Shade Of Black”, un brano dal flavour oscuro e introspettivo dove nuovamente il violino si incrocia con il moog e dei cori liturgici . Un disco ideale per i fan della band e per chi apprezza le sonorità su cui l’ex pilastro dei Deep Purple è concentrato da quasi vent’anni.

“YES”

Like It Is: Yes at the Bristol Hyppodrome cd+dvd € 19,50 2lp € 24

Like It Is: Yes at the Bristol Hippodrome, questo nuovo capitolo della straordinaria saga degli inglesi, si presenta come ben strano: un doppio live act che riporta due album storici del gruppo, vale a dire The Yes Album e Going For The One. La prestazione in entrambi i casi è invidiabile, senza sbavature, perfetta. Una cosa non da poco per una band di sessantenni.

“MAGIC PIE”

King For A Day 2015 cd € 17

Una scena sempre più dinamica quella nordica, in grado oggi di recapitarci il quarto e nuovo album dei Magic Pie, sestetto proveniente da Moss, sud della Norvegia. King For A Day è il titolo dell’ultimo lavoro in uscita a giorni su etichetta Karisma Records e sin dal primo ascolto regala due conferme; la prima vede la prosecuzione del discorso compositivo intrapreso quattro anni fa con The Suffering Joy e quindi, parallelamente, la presa di distanza dagli esordi (sin troppo nostalgici verso i seventies).In seconda battuta la particolarità del sound della band, difficile da catalogare d’acchito: la componente symphonic prog persiste ma sensibilmente attenuata, diluita.Grintosi sprazzi in bilico tra prog metal ed heavy prog si affacciano prepotentemente, accompagnati talvolta persino da passaggi di stampo hard rock; per sintetizzare il sound dei Magic Pie bisognerebbe provare ad immaginare una fusione tra Flower Kings, Spock’s Beard, Dream Theater (in dose contenuta), Deep Purple e Uriah Heep…ci vuole un notevole sforzo di fantasia ma credo possa rendere l’idea

“Arena”

The Unquiet Sky cd € 17

Forse anche a causa dei vari impegni che hanno coinvolto membri stabili come Clive Nolan e John Mitchell, negli ultimi dieci anni le uscite targate Arena si sono parecchio diradate. Il ritorno di qualche tempo fa con il valido “The Seventh Degree Of Separation” aveva portato novità sia a livello di line-up, con l’ingresso del nuovo singer Paul Manzi, che dal punto di vista stilistico, con un approccio più diretto e vicino all’hard rock. Con “The Unquiet Sky” la band fa invece mezzo passo indietro, tornando a dare più spazio alle tastiere di Mr. Nolan e riportando il baricentro più prossimo al prog sinfonico dalle tinte drammatiche che ne aveva caratterizzato le uscite migliori. L’opera prende spunto, ovvero dalle storie di fantasmi raccontate da M.R. James e in particolare da “Casting The Runes, pubblicata nel 1911 e già ispirazione per un film noto ai cinefili dell’horror come “Night Of The Demon”. L’argomento si adatta alla perfezione alla musica creata dalla band, spesso percorsa da toni cupi e da una sensibilità ricolma di melodia Particolarmente ispirati appaiono anche i momenti più rilassati e classicamente prog, come la title track, ricca di abbellimenti sinfonici di tastiera e accompagnata da una melodia sognante di chitarra quasi costante. Un gran bel disco per gli Arena, uno dei meglio riusciti dell’intera carriera. Un must per i fan e per chi non conoscendoli ha voglia di scoprirli partendo dal top

“Magellan”

Double Feature 2cd € 17

RISTAMPATI il primo e secondo album dei MAGELLAN, la stupenda band PROGRESSIVE ROCK americana dei fratelli Gardner. “Hour of Restoration” (1991) e “Impending Ascension” (1992) sono racchiusi in un unico doppio CD. Due album di magnifico PROGRESSIVE ROCK tra Yes, Kansas, Jethro Tull, Rush, Marillion, Dream Theater, Shadow Gallery e Gentle Giant !

“Anathema”

Distance Satellite (Tour Edition) 2cd € 16

In concomitanza con il loro tour americano da headliner, ecco una nuova TOUR EDITION dell’ ultimo album in studio degli ANATHEMA, l’ ormai storica band della scena GOTHIC METAL inglese, il disco che ha avuto il maggior successo di critica di tutti quelli realizzati finora dal gruppo, con copertine e recensioni eccellenti in ogni rivista. In uno slipcase cartonato troverete il CD in confezione jewel case ed un CD singolo con 5 BRANI INEDITI.
TRACKLISTING DISC 2 : The Lost Song part 1 (acoustic in session – Liverpool Parr Street Studios) (05:53); Ariel (acoustic in session – Liverpool Parr Street Studios) (04:05); The Lost Song part 3 (acoustic in session – Liverpool Parr Street Studios) (04:31); Firelight (acoustic in session – Liverpool Parr Street Studios) (02:16); Anathema (live at Liverpool Cathedral) (07:15).

“Anthony Phillips”

Private Parts and Pieces I – IV 5cd € 45

Disponibile The Geese and The Ghost 2 cd+dvd € 27

Incredibile e imperdibile boxettone da 5 CD con i primi 4 trascendentali album della serie “Private Parts & Pieces” del fondatore dei Genesis Anthony Phillips. Dopo l’uscita dallo storico gruppo nel 1970 e una serie di dischi, nel 1978 Phillips da il via alla serie di successo “Private Parts & Piaces”, divisa in 4 album e amata dal grande pubblico per l’incredibile varietà di suoni ed espedienti compositivi e stilistici. Viene ripresentata dalla Esoteric Recordings con un bonus disc di 18 tracce inedite e 18 brani bonus divisi nei 4 dischi rimanenti. Un’uscita essenziale per i fan di Phillips e del prog-rock fatto bene.

“Premiata Forneria Marconi”

Live Collection. I Concerti Live @ Rsi 25 Novembre 1980 cd+dvd € 16

Forte del grande successo internazionale degli anni ’70 (Usa, Uk, Giappone), che si concludono con il sodalizio storico con Fabrizio de Andrè, la nuova decade della Pfm si apre con la pubblicazione dell’album “Suonare Suonare”, nell’aprile 1980. Questo concerto, registrato per la Radiotelevisione Svizzera Italiana nello stesso anno, cattura alla perfezione l’energia e l’estro creativo della band, qui nella formazione più famosa composta da Franco Mussida, Patrick Dijivas, Franz di Cioccio, Flavio Premoli e Lucio Fabbri

“Anekdoten”

Until All The Ghosts Are Gone cd+dvd € 17 2lp 28

Eccoli tornati con questo nuovo disco, subito pronti a confermare la propria validità, a ben otto anni di distanza dall’ultimo lavoro in studio.Sesto disco all’attivo, riusciamo sin dai primi ascolti a percepire un’aria familiare, che è proprio quella caratteristica della band, notiamo subito infatti il solito velo malinconico ma etereo, che permette molto facilmente il riconoscimento e l’apprezzamento della band dai maggiori cultori del Prog rock.Importante e non scontato l’apporto di ospiti speciali al lavoro su alcuni brani, come Per Wiberg (Tastiere ex Opeth) e Theo Travis ( Flauto King Crimson – Steven Wilson), entrambi ottimi esecutori.

Album decisamente maturo, interessante e ricco di armonie mai scontate, ma sempre capaci di trasportare l’ascoltatore in un viaggio etereo/emozionale capace di non farci rimpiangere l’approccio prog caratterizzato negli anni venuti dai capostipiti del genere.

“Echolyn”

I Heard You Listening cd € 17 2 lp € 32

Torna in pista il quintetto della Pennsylvania proponendo I Heard You Listening, nono album di una serie (pregiata) che ha visto la luce nell’ormai lontano 1991; il nuovo lavoro segue di soli tre anni il disco precedente . Un’attesa ridotta in questo caso per il successore di un disco doppio, inizialmente forse un pò ostico ma che cresceva ad ogni ascolto Non si smentiscono neppure in questo caso Brett Kull e compagni, pubblicando al solito un lavoro estremamente curato e ricco di contenuti, dal quale emerge il talento ed il tasso tecnico di un gruppo giustamente ritenuto di vertice nel genere I Heard You Listening è un lavoro da apprezzare personalmente e nella sua interezza, ricco di intuizioni e spunti azzeccati, impreziosito dalle mani sapienti di cinque musicisti che, insieme, sono in grado di proporsi quasi come un’unica mente pensante.Qualche episodio vive di minore energia ma nel complesso si tratta di un album di sicuro successo

“Tony Banks”

A Chord Too Far 4 cd € 42,50

Dopo aver pubblicato la ristampa del classico “A Curious Feeling”, l’etichetta Esoteric Recordings pubblica un bellissimo BOX retrospettivo sulla carriera solista di Tony Banks, tastierista e membro fondatore dei Genesis!! “A Chord Too Far” è un BOX di 4 CD contenente ben 48 brani, tutti personalmente selezionati dall’ artista, alcuni dei quali sono stati esclusivamente ri-mixati per l’ occasione e danno una bella carrellata sui sette album solisti di Banks, “A Curious Feeling”, “The Fugitive”, “The Wicked Lady” (colonna sonora), “Soundtracks” , “Bankstatement”, “Still”, “Strictly Inc.” ed i due album orchestrali “Seven – A Suite for Orchestra” e “Six Pieces for Orchestra”. Nei brani Tony collabora con Toyah Wilcox, Fish, Nick Kershaw, il bassista Pino Pallodino , I batteristi Steve Gadd e Vinnie Colaiuta, e con i collaborator live dei Genesis Daryl Stuermer e Chester Thompson Il cofanetto è corredato da libro di 60 pagine con tutte le note sui brani, intervista esclusiva a Tony Banks e foto. Un bellissimo compendio sulla carriera solista per una delle più importanti personalità del progressive rock di tutti i tempi!

“John Hackett”

Another Life cd € 17

Finalmente arriva il nuovo album solista di John Hackett, “Another Life”. John è apprezzato e conosciuto per il caratteristico suono del suo flauto nel mondo del progressive e per le sue doti di solista. Flautista solista, chitarrista, cantante e compositore, John è diventato famoso per il suo lavoro al fianco del fratello Steve Hackett, chitarrista dei Genesis, nel gruppo ambient Symbiosis. “Another Life” è l’atteso nuovo album rock, che segue il precedente apprezzatissimo “Checking Out of London” del 2005. In questo disco John è accompagnato dal fratello, l’ex chitarrista dei Genesis Anthony Phillips e la leggenda prog Nick Magnus, insieme per creare un evocativo paesaggio musicale di potenti canzoni rock e intense melodie.

INOLTRE TRA I NUOVI ARRIVI:

KING CRIMSON – USA

KING CRIMSON PROJECT – A scarcity of miracles cd+dvd € 19.50

GTR – GTR 2cd € 20.50

PENDRAGON – Kowtow lp € 27.00

PENDRAGON – The world lp € 27.00

PEKKA POHJOLA – Pihkasilma Kaarnakorva lp coloured € 24.00

JETHRO TULL’S – IAN – Thick as a brick – live in Iceland 3lp € 75.00

COLOSSEUM – In concert 1971 dvd € 15.00

WEATHER REPORT – Birdland dvd € 15.00

BILGLIETTO PER L’INFERNO – Vivi,lotta,pensa cd €16.00 lp € 20.00 lp coloured € 24.00

ELLESMERE – Les chateaux de la loire cd € 16.00

MAURIZIO DI TOLLO – Memorie di uno sparring partner cd € 16.00

ORME – Felona e Sorona lp limited € 23.00

ORME – Felona e Sorona (english edition) lp € 23.00

ORME – Collage lp € 23.00

ORME – Uomo di pezza lp € 23.00

PORCUPINE TREE – Anesthetize 2cd+dvd € 16.00

STEVEN WILSON – Hand. Cannot. erase. 2lp € 27.00

“Marchesi Scamorza”

Hypnophonia cd € 15

A tre anni dal debutto con “La sposa del tempo”, i Marchesi Scamorza ritornano con il loro secondo album intitolato “Hypnophonia”. La band ferrarese presenta un disco di prog fresco ispirato dalla grande musica dei gruppi storici del genere. Hypnophonia e’ un disco compatto arricchito da sfumature ed atmosfere che rendono il lavoro molto dinamico. La tracklist e’ formata da cinque brani di cui due suite. Il disco e’ stato registrato in analogico da Mike 3rd al Prosdocimi studio e il master e’ stato curato da Ronan Chris Murphy ai Veneto West di Los Angeles di Los Angeles.
Il disco verrà presentato live il 23 ottobre Release HYPNOPHONIA – Centro il Quadrifoglio, Pontelagoscuro (FE) ed il 30 ottobre – Patchanka, Pontelagoscuro (FE). Seguirà una serie di concerti in Italia nei mesi di gennaio/marzo.
Marchesi Scamorza
Nel maggio 2009, nella campagna ferrarese, cinque ragazzi, Lorenzo Romani (chitarra elettrica), Alessandro Padovani (batteria), Paolo Brini (basso), Chiara Scaglianti (tastiere), Enrico Bernardini (voce e chitarra acustica), tutti provenienti da esperienze musicalicompletamente diverse, decidono di intraprendere un progetto particolare e unico per l’ambiente musicale ferrarese. Nascono così i Marchesi Scamorza progressiveband.
Dopo un’estate passata tra cover e grandi classici,decidono di ricercare una propria identità musicale con la stesura del loro primo brano originale “L’Uomo Dall’OmbraLunga”.
All’inizio dell’estate 2010 la tastierista Chiara lascia la band, facendo subentrare, a stagione concertistica iniziata,Enrico Cazzola, che fa immediatamente ingranare la quarta alla band; a settembre si contano tre brani originali, di un livello decisamente alto.
Nel febbraio 2012 iniziano le registrazioni di quello che sarà non un fine ma solo un altro inizio: l’album“La Sposa Del Tempo”.
Il lavoro è lungo, la musica evolve in modo repentino, come è tipico del genere, facendo impazzire tutti quelli che aiutano i Marchesi in questo pazzo quanto soddisfacente progetto.
I brani sono 8, più un Intro ideato per contestualizzare l’album.
L’estate continua a essere amica dei Marchesi, che trionfano nel concorso San Patrizio Rock, portando a casa il primo premio e il trofeo per l’originalità dei brani. Nel contestoferrarese emergono discretamente, affermandosi a pieni voti tra le preferenze locali.
Dopo la pubblicazione del disco arrivano recensioni e commenti positivi dall’Italia e dall’estero nonostante sia solo il debutto.
Nell’ottobre 2012 in seguito alla pubblicazione fisica e web dell’album, iniziano le riprese del primo videoclip della band pensato per il brano finale “Autunno”.
I Marchesi iniziano un’avventura europea nel 2013 grazie alla Colossus Project e a Marco Bernar che contattano i ragazzi per la realizzazione di un singolo a tema Decameron di Boccaccio.
Il vero salto di qualità arriva a novembre 2014 con le registrazioni del secondo disco presso il Prosdocimi Studio di Mike3rd. Uscita prevista autunno 2015,distribuzione curata dalla Maracash Records.
Le sonorità sono più mature e il livello compositivo è decisamente più alto.
Dopo l’uscita della raccolta della Colossus Project vengono ricontattati nel 2015 per la chiusura del ciclo del Decameron e realizzano così un ultimo singolo per il progetto che segna un perfetto connubio tra musica e letteratura.
“Dona Rock”

Blonde cd € 15

“Blonde” è un album che esalta la forte personalita’ di DONA ROCK, la sua grinta, la sua energia, la sua sensualita’, il forte impatto emotivo delle sue performance in una varieta’ di “diramazioni stilistiche” che la vedono sempre e fortissimamente coinvolta.

Con la sua attitudine estremamente personale e da “camaleonte artistico”
nel suo approccio interpretativo, DONA ROCK si trova a suo agio nel plasmarsi tanto come “soul rocker” …alla Tina Turner, quanto nel calarsi nella sensualita’ dei caldi toni medio bassi tipici di “Diana Krall”, senza dimenticare la sua vena Rock, come il suo nome chiaramente enfatizza, alla Lita Ford, di cui interpreta una particolare versione di “Kiss Me Deadly”, o alla Nannini, quando il Rock all’italiana lo richiede, per non dire del suo ricordare Annie Lennox anche nel suo grintoso ma comunque sofisticato portamento, per non parlare del suo “caldo immergersi nelle “ballads” o nel suo imprevedibile avventurarsi nella “neo-psichedelia”, e non trattiene la sua ironia quando la canzone lo richiede.

Ma… dovunque musicalmente va …DONA ROCK rimane sempre assolutamente, inequivocabilmente riconoscibile ed autenticamente… DONA ROCK!!!
Una curiosita’… Dona…”deve” il suo nome al suo conterraneo Donatello, di cui esegue “iIo mi fermo qui” in un …imprevedibile quanto avventuroso arrangiamento
La sua multicolore “personale” personalita’ ,è ben supportato da validissimi musicisti quanto da altrettanto validi autori italiani ed americani.
TRACK LIST

1. LAVO I SOGNI IN LAVATRICE (di MARIO GUIDA)
2 BLONDE SHEEP OF THE FAMILY (di BEPPE CROVELLA)
3 REGALARTI UN ADDIO ( di LUIGI ANTINUCCI)
4 ENEA (di MAURIZIO SEREN ROSSO)
5 MEMORY LANE ( di JOE MOOERS)
6 KISS ME DEADLY ( di (SMILEY)
7 IO MI FERMO QUI ( di ALBERTELLI – RICCARDI)
8 E PENSARE A TE ( di MAURIZIO SEREN ROSSO)
9 SUPERMARKET ( di BATTISTI – MOGOL)
10 WHITE EAGLE ( dI DINO FIORE E BEPPE CROVELLA)
11 FRASI FATTE ( di LUIGI ANTINUCCI)
12 HEY YOU ( dI RANDY BACHMAN )
13 MANI (di LUIGI ANTINUCCI)
Il disco è distribuito internazionalmente da Maracash Records, in Italia da Self e da
Apple I-tunes (Direct connection with Electromantic Music)

DONA ROCK – BLONDE ….un CD che non passera’ inosservato
ed un’artista di cui sentiremo parlare a lungo
IL CD sara’ distribuito nei migliori negozi italiani ed in tutto il mondo a partire dal 23 ottobre

Post Navigation