Camelot Club Prog

Webshop di PROG ROCK. Sul nostro sito trovate tutto il PROG italiano e internazionale vecchio e nuovo: CD, DVD, libri, fanzines, LP…

IL BALLETTO DI BRONZO – Cuma 2016 DC

cfb8387a-9abd-4a43-a19b-b4701b1e4fa4.jpg

catalogo: NMNL03/16LP
prezzo CD € 13.50
LP+CD €18.00

CUMA 2016 d.C. non ha il sapore di una semplice e ormai sempre più comune operazione di revival in cui la nostalgia detta le regole dell’ascolto. CUMA 2016 d.C. è un progetto figlio dell’amore e della passione per la musica rock di Lino Ajello e Marco Cecioni (ex Balletto di Bronzo) con special guest Gianni Leone leader ed erede de Il Balleto di Bronzo nato due anni fa che rimette in gioco metà della prima formazione di questa band che nel 1970 pubblicò l’album Sirio 2222 (RCA) ponte di dialogo tra il rock degli anni ’60 e le nuove sonorità progressive di matrice pinkfloydiane. In questo nuovo lavoro discografico ritroviamo il cantante Marco Cecioni, che dopo una lunga esperienza artistica come pittore grafico e scultore maturata in Svezia si è rimesso in gioco scrivendo la maggior parte della musica e dei testi delle nuove canzoni, eccezion fatta per il brano “Ordine Disordine” composto con il bassista Alessandro Stellano e con il chitarrista Lino Ajello. Quest’ultimo, dopo l’esperienza prog con Gianni Leone con l’album “YS” (Polydor 1972) del Balletto di Bronzo, ritornato in Italia, ha riacceso il suo amplificatore e imbracciato la chitarra. Ad Alessandro Stellano si devono anche tutti gli arrangiamenti del disco compreso una new version di “Neve Calda” in cui spicca la presenza del tastierista e compositore Gianni Leone (al secolo LeoNero). Con i tre componenti storici Cecioni, Ajello e guest Leone (che ritroviamo anche nel brano “Ordine e Disordine”) in CUMA 2016 d.C. hanno suonato con energia, professionalità e personalità: Francesco del Prete (figlio di Franco del Prete, Showmen, Napoli Centrale, Sud Express) e Alfonso Mocerino alla batteria, Alessandro Crescenzo e Tony Guido alle tastiere. «La passione è l’ossigeno dell’anima» ha più volte affermato il noto direttore della fotografia Bill Butler e in questo album essa trasuda da ogni “solco”, da ogni traccia, da ogni nota. CUMA 2016 d.C. è un disco sincero, un atto d’amore nei confronti del mondo delle “7 note”, quello dove dimorano chitarre distorte, sezioni ritmiche potenti, tastiere di grande impatto e tanta energia. ”

Tracklist

1 DA SOLI
2 PIRATI
3 FIGLIO DEI FIORI
4 NEVE CALDA new version
5 BIVIO ACIDO
6 UN MONDO DA SALVARE
7 VORREI ESSERE UN DEEJAY (EIVISSA)
8 UNA META
9 BIG MAMA
10 ORDINE DISORDINE

“Dunque, da una parte ci siamo noi, il Balletto di Bronzo, il gruppo storico del progressive italiano che io, Gianni Leone, riformai nel 1995 e che da allora ha realizzato dischi, dvd e tanti concerti in Italia e all’estero; dall’altra c’è “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni”, gruppo nato recentemente attorno al progetto del cd “CUMA 2016 DC”, composto dai due membri storici del Balletto Lino Ajello e Marco Cecioni e da giovani musicisti napoletani. Lino e Marco mi hanno chiesto di suonare e cantare come ospite in un paio di brani di questo loro cd – attualmente in uscita sul mercato – ed io l’ho fatto con piacere. In realtà, “CUMA 2016 DC” doveva essere il nome di questa loro nuova formazione. Perché questa situazione “bizzarra”? Perché siamo amici e pensiamo che, così come per decenni hanno tranquillamente convissuto sugli scaffali dei negozi di dischi e nelle case dei nostri estimatori i due album “Sirio 2222” – della prima formazione – e “Ys” – della seconda (quella di cui ho fatto parte) – vogliamo essere pionieri anche in questo: pensiamo che sia possibile la convivenza di due gruppi dal nome molto simile (per mia gentile e amichevole concessione) ma con generi molto diversi, composti da membri storici delle due formazioni originali. Utopia? Illusione? Vedremo.
Sì, riconosco che non è affato semplice cogliere di primo acchito le differenze fra “Il Balletto di Bronzo” e “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni” se ci si ferma a un semplice articoletto o recensione di poche righe, ecco il perché di questa precisazione “ufficiale”. Nella storia della musica mai prima d’ora si era venuta a creare una situazione simile (due gruppi attivi nello stesso momento, con nome simile e generi diversissimi), ma, come ho già detto prima, ci piace sperimentare situazioni nuove. Il tutto, evitando di coivolgere…
gli avvocati, quindi senza parcelle da pagare a nessuno!
Tutto è chiaro, adesso? Spero di sì.

Un saluto a tutti gli amici della musica!
Gianni Leone e il Balletto di Bronzo”

Advertisements

Single Post Navigation

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: