Camelot Club Prog

Webshop di PROG ROCK. Sul nostro sito trovate tutto il PROG italiano e internazionale vecchio e nuovo: CD, DVD, libri, fanzines, LP…

IL BALLETTO DI BRONZO – Cuma 2016 DC

cfb8387a-9abd-4a43-a19b-b4701b1e4fa4.jpg

catalogo: NMNL03/16LP
prezzo CD € 13.50
LP+CD €18.00

CUMA 2016 d.C. non ha il sapore di una semplice e ormai sempre più comune operazione di revival in cui la nostalgia detta le regole dell’ascolto. CUMA 2016 d.C. è un progetto figlio dell’amore e della passione per la musica rock di Lino Ajello e Marco Cecioni (ex Balletto di Bronzo) con special guest Gianni Leone leader ed erede de Il Balleto di Bronzo nato due anni fa che rimette in gioco metà della prima formazione di questa band che nel 1970 pubblicò l’album Sirio 2222 (RCA) ponte di dialogo tra il rock degli anni ’60 e le nuove sonorità progressive di matrice pinkfloydiane. In questo nuovo lavoro discografico ritroviamo il cantante Marco Cecioni, che dopo una lunga esperienza artistica come pittore grafico e scultore maturata in Svezia si è rimesso in gioco scrivendo la maggior parte della musica e dei testi delle nuove canzoni, eccezion fatta per il brano “Ordine Disordine” composto con il bassista Alessandro Stellano e con il chitarrista Lino Ajello. Quest’ultimo, dopo l’esperienza prog con Gianni Leone con l’album “YS” (Polydor 1972) del Balletto di Bronzo, ritornato in Italia, ha riacceso il suo amplificatore e imbracciato la chitarra. Ad Alessandro Stellano si devono anche tutti gli arrangiamenti del disco compreso una new version di “Neve Calda” in cui spicca la presenza del tastierista e compositore Gianni Leone (al secolo LeoNero). Con i tre componenti storici Cecioni, Ajello e guest Leone (che ritroviamo anche nel brano “Ordine e Disordine”) in CUMA 2016 d.C. hanno suonato con energia, professionalità e personalità: Francesco del Prete (figlio di Franco del Prete, Showmen, Napoli Centrale, Sud Express) e Alfonso Mocerino alla batteria, Alessandro Crescenzo e Tony Guido alle tastiere. «La passione è l’ossigeno dell’anima» ha più volte affermato il noto direttore della fotografia Bill Butler e in questo album essa trasuda da ogni “solco”, da ogni traccia, da ogni nota. CUMA 2016 d.C. è un disco sincero, un atto d’amore nei confronti del mondo delle “7 note”, quello dove dimorano chitarre distorte, sezioni ritmiche potenti, tastiere di grande impatto e tanta energia. ”

Tracklist

1 DA SOLI
2 PIRATI
3 FIGLIO DEI FIORI
4 NEVE CALDA new version
5 BIVIO ACIDO
6 UN MONDO DA SALVARE
7 VORREI ESSERE UN DEEJAY (EIVISSA)
8 UNA META
9 BIG MAMA
10 ORDINE DISORDINE

“Dunque, da una parte ci siamo noi, il Balletto di Bronzo, il gruppo storico del progressive italiano che io, Gianni Leone, riformai nel 1995 e che da allora ha realizzato dischi, dvd e tanti concerti in Italia e all’estero; dall’altra c’è “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni”, gruppo nato recentemente attorno al progetto del cd “CUMA 2016 DC”, composto dai due membri storici del Balletto Lino Ajello e Marco Cecioni e da giovani musicisti napoletani. Lino e Marco mi hanno chiesto di suonare e cantare come ospite in un paio di brani di questo loro cd – attualmente in uscita sul mercato – ed io l’ho fatto con piacere. In realtà, “CUMA 2016 DC” doveva essere il nome di questa loro nuova formazione. Perché questa situazione “bizzarra”? Perché siamo amici e pensiamo che, così come per decenni hanno tranquillamente convissuto sugli scaffali dei negozi di dischi e nelle case dei nostri estimatori i due album “Sirio 2222” – della prima formazione – e “Ys” – della seconda (quella di cui ho fatto parte) – vogliamo essere pionieri anche in questo: pensiamo che sia possibile la convivenza di due gruppi dal nome molto simile (per mia gentile e amichevole concessione) ma con generi molto diversi, composti da membri storici delle due formazioni originali. Utopia? Illusione? Vedremo.
Sì, riconosco che non è affato semplice cogliere di primo acchito le differenze fra “Il Balletto di Bronzo” e “Il Balletto di Bronzo di Lino Ajello e Marco Cecioni” se ci si ferma a un semplice articoletto o recensione di poche righe, ecco il perché di questa precisazione “ufficiale”. Nella storia della musica mai prima d’ora si era venuta a creare una situazione simile (due gruppi attivi nello stesso momento, con nome simile e generi diversissimi), ma, come ho già detto prima, ci piace sperimentare situazioni nuove. Il tutto, evitando di coivolgere…
gli avvocati, quindi senza parcelle da pagare a nessuno!
Tutto è chiaro, adesso? Spero di sì.

Un saluto a tutti gli amici della musica!
Gianni Leone e il Balletto di Bronzo”

NOVITA’ E CATALOGO IN ARRIVO DAGLI USA

3RDEGREE ONES & ZEROS: VOLUME 1 (DIGISLEEVE)
ABIGAIL’S GHOST D_LETION (DIGIPACK)
ABIGAIL’S GHOST SELLING INSINCERITY (DIGIPACK)
ADVENT CANTUS FIRMUS
ADVENT SILENT SENTINEL (DIGIPACK)
AFTER THE FALL BEFORE…
AFTER THE FALL IN A SAFE PLACE
ALIAS EYE A DIFFERENT POINT OF VIEW
ANABASIS, THE BACK FROM BEING GONE
AT WAR WITH SELF A FAMILIAR PATH
AT WAR WITH SELF ACTS OF GOD
BEHIND THE CURTAIN TILL BIRTH DO US PART
BERNARD, ED POLYDACTYL (DIGIPACK)
CANNATA MY BACK PAGES (DIGIPACK)
CANNATA MYSTERIUM MAGNUM (DIGIPACK)
CAST ARSIS (DIGIPACK)
CAST ART (DIGIPACK)
CAST VIDA (DIGIPACK)
CATHEDRAL STAINED GLASS STORIES
CHAOS CODE III PROPOGANDA
DAYS BETWEEN STATIONS IN EXTREMIS (DIGIPACK)
DAYS BETWEEN STATIONS SAME (DIGIPACK)
DISCIPLINE PUSH & PROFIT
DISCIPLINE THIS ONE’S FOR ENGLAND (2 CD) (DIGISLEEVE)
DISCIPLINE TO SHATTER ALL ACCORD (DIGIPACK)
DISCIPLINE UNFOLDED LIKE STAIRCASE
DJAM KARET NO COMMERCIAL POTENTIAL (2 CD)
DJAM KARET REGENERATOR 3017 (DIGIPACK)
DJAM KARET SWAMP OF DREAMS (DIGIPACK)
DJAM KARET THE HEAVY SOUL SESSIONS (DIGIPACK)
DJAM KARET THE RITUAL CONTINUES
DJAM KARET THE TRIP (DIGIPACK)
ECHOLYN AS THE WORLD (CD + DVD) (DIGIPACK)
ECHOLYN COWBOY POEMS FREE (DIGIPACK)
ECHOLYN I HEARD YOU LISTENING (DIGIPACK)
ECHOLYN MEI (DIGIPACK)
ECHOLYN SAME (2 CD) (DIGIPACK)
ECHOLYN THE END IS BEAUTIFUL (DIGIPACK)
ECHOLYN WHEN THE SWEET TURNS SOUR
EDISON’S CHILDREN SOMEWHERE BETWEEN HERE AND THERE (DIGISLEEVE)
EDISON’S CHILDREN THE FINAL BREATH BEFORE NOVEMBER (DIGISLEEVE)
ELEPHANTS OF SCOTLAND EXECUTE AND BREATHE (DIGIPACK)
ELEPHANTS OF SCOTLAND FAR AWAY FROM HOME (DIGIPACK)
FRENCH TV I FORGIVE YOU FOR ALL MY UNHAPPINESS
FRENCH TV INTESTINAL FORTITUDE
FRENCH TV PARDON OUR FRENCH!
FRENCH TV SAME
FRENCH TV THIS IS WHAT WE DO
GIANNOTTI THE GREAT UNKNOWN (DIGIPACK)
GLASS HAMMER CHRONOMOTREE
GLASS HAMMER DOUBLE LIVE – DELUXE EDITION (2 CD + DVD)
GLASS HAMMER ONE (CD-R)
GLASS HAMMER PERELANDRA
GLASS HAMMER THE BREAKING OF THE WORLD
HANDS CAVIAR BOBSLED (DIGIPACK)
KALABAN DON’T PANIC
KARCIUS EPISODES
KARCIUS THE FIRST DAY (DIGIPACK)
KINGCROW IN CRESCENDO
KOPECKY BLOOD
KOPECKY ORION
MAJESTIC V.O.Z. (2CD)
MORSE PORTNOY GEORGE COVER2COVER
MORSE, NEAL SAME
MORSE, NEAL SECRET PLACE: WORSHIP SESSIONS VOLUME 3
MORSE, NEAL SEND THE FIRE: WORSHIP SESSIONS VOLUME 2
MORSE, NEAL SO MANY ROADS (3 CD) (DIGIPACK)
MYSTERY BENEATH THE VEIL OF WINTER’S FACE (DIGIPACK)
MYSTERY DESTINY?
MYSTERY ONE AMONG THE LIVING (DIGIPACK)
OBLIVION SUN SAME
PARMENTER, MATTHEW ASTRAY
PARMENTER, MATTHEW HORROR EXPRESS
PERFECT BEINGS II (DIGIPACK)
PERFECT BEINGS SAME (DIGIPACK)
PRESTO BALLET LOVE WHAT YOU’VE DONE WITH THE PLACE (DIGIPACK)
SHADOW CIRCUS ON A DARK AND STORMY NIGHT
SPACED OUT EPONYMOUS
SPACED OUT EPONYMOUS II
ST. ELMO’S FIRE SPLITTING IONS IN THE ETHER
TEA CLUB, THE QUICKLY QUICKLY QUICKLY (DIGIPACK)
TEA CLUB, THE RABBIT (DIGIPACK)
THEO THE GAME OF OUROBOROS
UNWRITTEN PAGES PT. 1: NOAH (2 CD)
WINTER TREE, THE EARTH BELOW (DIGIPACK)

PROSSIMO FESTIVAL PROGRESSIVO

5da831a7-cd08-4145-984a-4616c7aa3fc3.jpg

SAREMO PRESENTI CON IL NOSTRO STAND

FIERA DEL DISCO DI VERONA

13 MARZO 2016

KERYGMATIC PROJECT – NOW AND AGAIN

cd digipack

fb0d3183-75c4-45c6-a62f-16974280c946.png

N. catalogo: MRC052
prezzo €15.00

I Kerygmatic Project nascono nel 1998 da un’idea di Samuele Tadini, Danilo Nobili e Marco Campagnolo, con la finalità di comporre brani originali che recuperassero nello stile e nella realizzazione la grande tradizione del progressive rock britannico degli anni settanta e ottanta, tradizione rinnovata secondo una nuova chiave di lettura in grado di abbracciare anche differenti stili, tanto da costituire un sound originale e ben riconoscibile.
Le composizioni dei Kerygmatic Project risentono, infatti, dei vari contributi ricavati dal rock, dal pop, dal jazz, dalla fusion e dalla musica classica, proponendo composizioni che, di fatto, difficilmente potrebbero essere categorizzate in un genere ben preciso e che sono il frutto di una ben definita filosofia. Secondo una definizione che sembra appropriata, i Kerygmatic Project possono essere considerati come l’espressione più fresca del prog & pop, termine coniato dal gruppo, in quanto sono tra i pochi ad aver posto in una coesione non stucchevole, ma ben equilibrata, ciò che di gradevole e non banale deriva della musica pop con l’art-rock derivato dalla tradizione del progressive.
La scelta di organizzarsi in trio, dando molta parte alle tastiere, non è solo un elemento che può ricordare gli Emerson, Lake & Palmer, ma anche l’espressione più tipica di chi vuol fare con l’essenziale qualcosa che lo trascenda. Alcuni fra gli estimatori del gruppo, lo definiscono un trio alla Emerson, Lake & Palmer, con sonorità e carattere alla Genesis dell’epoca Collins, ma con un’originalità tutta propria.

ALEX CARPANI – “So Close. So Far”

cd digipack

1a26a2d2-eb51-4223-9bbd-208b6d5bf79e

N. catalogo: MRC060 prezzo € 15.00

So Close. So Far. significa semplicemente così vicino, così lontano.
Questo è un album sull’incomunicabilità, che parla di come, a volte, sia impossibile comunicare nonostante la vicinanza, nonostante la tecnologia.
Le cose (e le persone) possono sembrare vicine, mentre invece sono lontane e non è solo una questione di distanza, ma di percezione, di punti d’osservazione, di relatività. Due pesci rossi in due acquari vicini si osservano, si avvicinano, sembrano sfiorarsi, ma non potranno mai toccarsi perché sono in due ‘mondi’ separati.
Questo è inequivocabilmente un disco rock e forse non sono necessari altri aggettivi. E’ un disco dei giorni nostri, con un sound moderno e potente dal sapore internazionale, sia perché è cantato in inglese, sia perché musicalmente è concepito guardando al mondo, al cosmopolitismo, usando un linguaggio universale sotto tutti i punti di vista.
Rispetto ai tre album precedenti, Carpani compie una virata di 180 gradi, dirigendo la prua verso il futuro, con decisione e consapevolezza, senza paura di lasciare le terre conosciute per affrontare l’ignoto. La musica e lo stile sono stati asciugati di ogni tecnicismo e virtuosismo tipici di quel progressive rock nel quale l’autore si è cimentato negli ultimi anni.
Potremmo definire questa musica ‘conceptual rock’, ma si tratta innanzitutto di uno stile molto personale e originale, dove alle atmosfere descrittive e suggestive si alternano vere tempeste ritmiche, con muri di chitarre e voci vibranti e potenti.
In SC.SF. c’è la volontà di comunicare, prima di tutto e di essere diretti, scegliendo la via più semplice e immediata. E’ un album che ti colpisce con decisione e, a tratti, anche con violenza, senza paura di fare male, perché il viaggio sarà comunque sicuro, affidato a navigatori esperti che sanno come far provare le emozioni più disparate, senza perdere la bussola.

TRACK LIST

01 The Eve (instrumental) 02.26
02 I Tried And Tried 05.36
03 Man On The Wire 05.56
04 Stay With Me 04.03
05 In Your Absence 03.39
06 Let My Drop Of Sweat Fall Down 04.25
07 Crystal Falls 06.08
08 One Face One Lie 06.19
09 Next Time 05.36
10 The Last Sign 06.27

VERUNO PROG FESTIVAL – The Best of 2 Days Prog 2015

AA.VV. (Area, Magma, Beardfish,Sylvan,Pineapple Thief, Arabs in Aspic, Zuffanti band,Runaway Totem…)

e13afa8c-dbba-4976-bce9-2b4cd8ec6da7.jpg

Cat. VRMusica6
Prezzi € 17,00

Arriva , come ogni anno, il doppio Dvd che ci racconta le imperdibili performance degli artisti ospiti al Mega Festival di Veruno. Anche quest’anno la simpatica cittadina novarese ha fornito ospiti illustri che hanno fatto battere di gioia i nostri cuori. Così in questo doppio dvd potremo vedere le incredibili esibizioni di Area, Magma, degli incredibili Beardfish, dei nuovi idoli Pineapple Thief , dei Sylvan insieme ad Arabs in aspic, la nuova formazione di Fabio Zuffanti, I Runaway Totem, i giapponesi Yuka & Chronoship, i Maschine ed i Syncage. Quasi 4 ore imperdibili che ci fanno ricordare tre serate indimenticabili.

Inoltre sono sempre disponibili i doppi Dvd delle edizioni dal 2010 al 2014

Flyte Reaction– Magnetophon Distances

CD limited hand numbered edition

658d4ec0-6a0f-4a64-9fec-3fceff1d4c88

Cat. UF001 – Barcode 8019991879528
Prezzo € 15.00

Oggi Flyte Reaction torna sulle scene con quello che probabilmente è il suo frutto più maturo, certamente il suo album migliore e più equilibrato. Ricco di influenze da Syd Barrett agli XTC più psichedelici, irrorato dal polline dei Beatles di Revolver e Sgt. Pepper, delle produzioni di Joe Boyd giù all’UFO Club, pagando anche un profondo rispetto al padre di molte delle correnti sottomarine che hanno colorato di genio le isole britanniche dopo i Fab Four, l’amatissimo e rimpianto Daevid Allen dei cui Gong e Soft Machine qui si possono sentire i sentori di rare spezie. Un album fresco, divertente, singolarmente intelligente e profondo; un grande ritorno che segnerà un capitolo indimenticabile nella storia del rock inglese.

Titoli già pubblicati della stessa collana:
LINO CAPRA VACCINA – Arcaico armonioso
PAOLO TOFANI – Real essence
JOHN GREAVES – Piacenza live
KEITH TIPPETT – Musician solo IV – Live in Piacenza

SILVER KEY – The Screams Empire CD Digipack

silverkey

CAT. MRC051 – barcode 8019991879399 – Prezzo € 15.00

Ed ecco, finalmente, il secondo lavoro dei Silver Key, che dopo il notevole successo del loro primo album “In the Land of Dreams”, ispirato ai lavori di autori come Lovecraft e Chambers, ad un “horror-fantasy” sui racconti delle Terre dei Sogni, e dopo molte esibizioni live pubblicano questo “The Screams Empire”. Questo secondo album, pur rimanendo nei canoni del “neo-prog”, è più sperimentale. Il cambio di lineup che ha portato Ivano Tognetti al basso al posto di Alberto Grassi e Roberto Buchicchio alla chitarra al posto di Carlo Monti ha inevitabilmente cambiato un po’ le influenze e il sound della band. Questo nuovo lavoro, quindi, ha influenze che vanno dal prog classico al pop-rock dall’hard-rock al jazz, dal metal alle tipiche “ballad” più orecchiabili. Per quanto riguarda l’aspetto tematico in The Screams Empire i riferimenti sono a Philip K. Dick, a Isaac Asimov, alle grandi saghe distopiche e post-apocalittiche, da 1984 al film di Lucas THX 1138 o a Fahrenheit 451. La storia della suite è quella di rettili alieni che invadono la Terra con la complicità della razza umana . In questo nuovo impero chi urla più forte ha ragione e ha più seguaci e voti. Non importa quello che dici , fintanto che è assordante e ripetuto ovunque.

Tracks List:
1) Screams Behind the Whispers
2) Stargazing
3) A.S.I. (The Singularity)
4) Event Horizon
5) The Screams Empire (suite) – i. Random Frequencies
6) ii. The Arrival
7) iii. A Quest in Time
8) iv. Resistance
9) Adrift

Gruppo
Yuri Abietti – Vocals, acoustic guitar
Roberto Buchicchio – Lead and acoustic guitar
Ivano Tognetti – Bass guitar
Davide Manara – Keyboards, synths, samples
Viviano Crimella – Drums, percussions

Metadrive – Over Reality Cd Digipack

metadrive

Cat. MRC054 – Barcode 8019991879764
Prezzo € 15.00

Membri:
Luca Adami .lead vocals .keys
Silvio Rondelli .keys .backing vocals
Davide Rondelli .drums .programmings

Primo album per questa band elettronica italiana formatasi tra Mantova e Verona nel 2014 che abbandona gli schemi classici e ci porta in una nuova dimensione musicale: suoni siderali, progressioni spazio temporali, magia, visioni di infinito e di bellezza. Formazione a trio stranissima con doppia tastiera e batteria ci propone un genere che la avvicina alla musica elettronica anni ottanta ma con un piede nel synth-wave, allo space ed alternative rock in lingua inglese. Strumenti analogici e digitali come sezioni distinte in un unico cuore pulsante.
Il loro suono innovativo nell’album di debutto “Over Reality” è un viaggio tra luci e ombre, dove la natura umana si evolve, muta forma, si nasconde, scappa, combatte e ritorna a splendere. Uno splendido racconto in musica.

Track/chapter list:
1. Overture & The Prophecy
2. Moon vision
3. Run
4. Liar
5. Digital Captivity
6. Cyborg Surgery
7. NDE
8. Cold Resurrection
9. Cruel Thing
10. Metadrive
11. Lullaby Of Memories
12. Mankind Theme
13. End Titles

YouTube Video: https://www.youtube.com/watch?v=VN5dTzx1J2A

FUNGUS – Stati Uniti del Nulla CD Digipack

fungus
Cat. MRO006

Prezzo € 15.00

I Fungus nascono nel 1997 a Pavia, l’ispirazione di matrice progressive rock e le varie influenze musicali provengono da gruppi come Primus, Rush, Uzeb, King Crimson per dar vita a un genere inedito della band di matrice progressive rock con influenze psichedeliche. Tra i brani vi sono momenti di pura follia compositiva e storie surreali narrate e musicate in maniera originale ma comunicativa. Nel disco ci sono momenti di forte atmosfera caratterizzata da sonorità poco comuni e momenti di sana e forte pressione sonora.
Ascoltare per credere…

http://ifungus.bandcamp.com/releases

Tracklist
1. Professor Molluschio 05:27
2. La tua mente mente 04:12
3. Se non mi vedi non esisto 03:53
4. Il Mimo 05:35
5. Esagono 05:34
6. Stati Uniti del Nulla 07:41

Marchesi Scamora – Hypnophonia

Copertina Marchesi ScamorzaA tre anni dal debutto con “La sposa del tempo”, i Marchesi Scamorza ritornano con il loro secondo album intitolato “Hypnophonia”. La band ferrarese presenta un disco di prog fresco ispirato dalla grande musica dei gruppi storici del genere.  Hypnophonia e’ un disco  compatto arricchito da  sfumature ed atmosfere che rendono il lavoro molto dinamico. La tracklist e’ formata da cinque brani di cui due suite. Il disco e’ stato registrato in analogico da Mike 3rd al Prosdocimi studio e il master e’ stato curato da Ronan Chris Murphy ai  Veneto West di Los Angeles di Los Angeles.

Il disco verrà presentato live il 23 ottobre Release HYPNOPHONIA – Centro il Quadrifoglio, Pontelagoscuro (FE) ed il 30 ottobre – Patchanka, Pontelagoscuro (FE).  Seguirà una serie di concerti in Italia nei mesi di gennaio/marzo.

Marchesi Scamorza

Nel maggio 2009, nella campagna ferrarese, cinque ragazzi, Lorenzo Romani (chitarra elettrica), Alessandro Padovani (batteria), Paolo Brini (basso), Chiara Scaglianti (tastiere), Enrico Bernardini (voce e chitarra acustica), tutti provenienti da esperienze musicali completamente diverse, decidono di intraprendere un progetto particolare e unico per l’ambiente musicale ferrarese. Nascono così i Marchesi Scamorza progressive band.

Dopo un’estate passata tra cover e grandi classici,decidono di ricercare una propria identità musicale con la stesura del loro primo brano originale “L’Uomo Dall’Ombra Lunga”.

All’inizio dell’estate 2010 la tastierista Chiara lascia la band, facendo subentrare, a stagione concertistica iniziata,Enrico Cazzola, che fa immediatamente ingranare la quarta alla band; a settembre si contano tre brani originali, di un livello decisamente alto.

Nel febbraio 2012 iniziano le registrazioni di quello che sarà non un fine ma solo un altro inizio: l’album“La Sposa Del Tempo”.

Il lavoro è lungo, la musica evolve in modo repentino, come è tipico del genere, facendo impazzire tutti quelli che aiutano i Marchesi in questo pazzo quanto soddisfacente progetto.

I brani sono 8, più un Intro ideato per contestualizzare l’album.

L’estate continua a essere amica dei Marchesi, che trionfano nel concorso San Patrizio Rock, portando a casa il primo premio e il trofeo per l’originalità dei brani. Nel contesto ferrarese emergono discretamente, affermandosi a pieni voti tra le preferenze locali.

Dopo la pubblicazione del disco arrivano recensioni e commenti positivi dall’Italia e dall’estero nonostante sia solo il debutto.

Nell’ottobre 2012 in seguito alla pubblicazione fisica e web dell’album, iniziano le riprese del primo videoclip della band pensato per il brano finale “Autunno”.

I Marchesi iniziano un’avventura europea nel 2013 grazie alla Colossus Project e a Marco Bernar che contattano i ragazzi per la realizzazione di un singolo a tema Decameron di Boccaccio.

Il vero salto di qualità arriva a novembre 2014 con le registrazioni del secondo disco presso il Prosdocimi Studio di Mike3rd. Uscita prevista autunno 2015, distribuzione curata dalla Maracash Records.

Le sonorità sono più mature e il livello compositivo è decisamente più alto.

Dopo l’uscita della raccolta della Colossus Project vengono ricontattati nel 2015 per la chiusura del ciclo del Decameron e realizzano così un ultimo singolo per il progetto che segna un perfetto connubio tra musica e letteratura.


 

Per acquistare: MaRaCash – Marchesi Scamora – Hypnophonia

Post Navigation